0 items
0
Gen 8 2016

Avete problemi di pelle secca, acne, disturbi cutanei (come psoriasi, eczemi, dermatite), dolori reumatici, articolari e muscolari, eritemi, scottature? Vi serve un prodotto con un’azione lenitiva, antinfiammatoria, depurativa e cicatrizzante? Non disperate perché oggi vi propongo una CREMA MULTI USO.

Il termine più corretto per definire questa creazione è quello di COLD CREAM. In generale questa formulazione è composta da una parte acquosa e da una consistente quantità di burri/oli vegetali. L’altro ingrediente cardine per questa formulazione è la cera d’api che non solo ha debole attività emulsionante ed inoltre rende questo preparato più asciutto.

La ricetta per realizzare questa COLD CREAM MULTI USO è:

Acqua depurata 15 g
Argilla verde 5 g
Olio di argan 28 g
Olio di ricino 11 g
Oleolito di calendula 26 g
Cera d’api 10 g
Estratto glicolico di iperico 2 g
Estratto glicerico di calendula 3 g
Olio essenziale di lavanda 13 gocce
Olio essenziale di alloro 7 gocce

Tutti questi ingredienti si possono tranquillamente acquistare sul sito http://mineraliberi.it/

NB: in questa tipologia di ricetta non serve misurare il pH perché la fase esterna oleosa impedisce all’acqua di arrivare alla cartina tornasole. Per evitare l’irrancidimento degli oli si può aggiungere della vitamina E pura (tocoferolo) allo 0,5% ed eventualmente per far durare il composto per più di sei mesi aggiungere un conservante come il cosgard allo 0,6%.

Procedimento:
1.In un contenitore non metallico (utilizzando anche utensili non metallici per via dell’argilla) pesare l’acqua (va bene anche quella del ferro da stiro) e versarci sopra l’argilla e mescolare bene
2.In un altro contenitore pesare la fase oleosa + la cera d’api (tranne l’oleolito di calendula)
3.Mettere i due contenitori a bagno maria e quando nella fase oleosa si nota che la cera di sta sciogliendo togliere momentaneamente dal fuoco e aggiungere l’oleolito di calendula e mettere ancora sul fuoco
4.Quando le due fasi sono calde versare poco per volta la fase acquosa in quella oleosa e attraverso un colino filtrare i residui di argilla rimasta e mescolare con molta decisione pena la separazione dei due composti (se vi accorgete che le due fasi si stanno separando mettere ancora a bagno maria per alcuni secondi)
5.Prendere un altro contenitore e fare un secondo filtraggio versando il composto che è ancora liquido facendo in modo che i residui di argilla non sciolta non cadano nella crema
6.Mescolare ancora con decisione fino a che il tutto si intiepidisce
7.Aggiungere l’estratto di iperico e calendula + gli oli essenziale mescolando con decisione ad ogni aggiunta

E LA VOSTRA CREMA E’ PRONTA =)

 

Stefano Silvestri

Stefano Silvestri

Stefano Silvestri è laureato in infermieristica ediplomato in scienze naturopatiche e terapie complementari. Si occupa di fitoterapia, aromaterapia, gemmoterapia, oligoterapia, fiori di Bach, consigli nutrizionali e pratica massaggi aromaterapici, hot stone e cervicali. Da alcuni anni si occupa di cosmesi eco-bio e prepara cosmetici il più possibile naturali.
Per saperne di più.
Stefano Silvestri

Latest posts by Stefano Silvestri (see all)

[boutique_line type="bird"]

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

9 + diciassette =